Ospiti dai pionieri del piccolo hotel sull’Alpe di Siusi

Paula Wiesinger & Hans Steger

La lunga storia di questa trattoria-albergo-rifugio inizia nel 1934. I pionieri Paula & Hans Steger traslocheranno solo dopo 13 anni. Lei, una leggenda dello sci; lui, un pioniere dell’alpinismo e della tecnica sciistica moderna. Insieme, ristrutturano radicalmente l’allora rifugio e lo rendono un piccolo hotel sull’Alpe di Siusi, uno dei primi di lusso nelle Dolomiti. Con tanto amore, arte dell’ospitalità sincera e gioia, gestiscono l’hotel fianco a fianco. Nel 2000, avviene il passaggio di consegne con la successiva opera di rinnovamento. Ancora oggi l’hotel è gestito nel rispetto dei valori di Paula e Hans.

La fondazione Hans e Paula Steger

Nel 2000, Paula crea una fondazione con l’obiettivo si sostenere progetti di pubblica utilità e la tutela delle meraviglie naturali dell’Alpe di Siusi. Il patrimonio della coppia è stato interamente devoluto alla fondazione.
Il sentiero in memoria dei pionieri Hans e Paula è stato inaugurato nel 2006.
Hans Steger

Un pioniere

Nato nel 1907 in Baviera, il falegname artistico parte alla scoperta del mondo dopo aver concluso l’apprendistato. Dall’Italia alla Tunisia e ritorno, o quasi: nel 1927 si ferma per un po‘ a Bolzano, giusto il tempo di innamorarsi delle magnifiche cime dello Sciliar in occasione di una gita, e di Paula, sua futura moglie.

Hans Steger è considerato l’inventore della tecnica di sci moderna ed è stato per gran parte della propria vita un promotore dello sport tra i giovani. Le sue qualità di guida alpina erano famose anche oltre confine, tanto che personalità note nel mondo dell’arte e della nobiltà si facevano guidare solo da lui alla scoperta delle Dolomiti.
Paula Wiesinger

Una leggenda

Nata nel 1907 a Bolzano, La Paula come era stata affettuosamente ribattezzata iniziò a sfrecciare sugli sci solo negli anni 20. Nemmeno 5 anni dopo, viene incoronata campionessa di discesa a Cortina d’Ampezzo, e nei 7 anni successivi Paula ottiene ben 20 titoli sportivi italiani. Sempre al suo fianco: Hans Steger. Tuttavia, non è solo lo sci a scorrere nelle sue vene: è infatti una delle poche alpiniste del suo secolo e ha conquistato diverse prime vette particolarmente impegnative. Con altrettanta passione, Paula ha gestito fino alla morte il proprio piccolo hotel nelle Dolomiti.
steger-dellai-alm-seiseralmmarketing-wolfganggafriller-4
Probabilmente, il paradiso delle arrampicate più bello in Alto Adige
Lo Sciliar, alto 3.563 metri, il Sassolungo con i suoi 3.180 metri e il Sassopiatto, alto 2.950 metri. Vie ferrate impegnative portano borghetti in alta quota bizzarre formazioni rocciose e premiano con panorami spettacolari sulle Dolomiti. Brividi adrenalinici anche per gli alpinisti più esperti.